Hagakure Cup 1° Edizione

Nelle giornate del 19 e 20 febbraio 2019 si è svolta a Torino la prima edizione dell’Hagakure Cup. Questa competizione internazionale, organizzata proprio dallo Shubukan, ha tenuto impegnati per due giorni una sessantina di competitori provenienti da venti dojo diversi in tutta Europa.

L’organizzazione dell’evento, diretta in prima persona da Edwing Soldati e Luca Cerfeda, è stata lunga e non sempre facile. Una tale impresa è stata possibile solamente grazie alla cooperazione di gran parte dei membri dell’associazione, che sono stati costantemente presenti e sempre pronti a dare una mano durante tutto il weekend.

Il ruolo un po’ gravoso di organizzatori non ha però dissuaso i competitori dello Shubukhan dal prendere parte al torneo.

Nella prima giornata dedicata alle competizioni individuali erano presenti Argano Federico e Davide Toso per la categoria Kyusha; MIchiru Koterazawa per la categoria femminile; Andrea Giagheddu, Alberto Pelle, Michele Rapillo e Niccolò Motta per la categoria Yudansha.

Entrambi gli atleti nella categoria Kyusha sono riusciti a superare le pool, ma il loro torneo è terminato poco dopo ai quarti di finale.

Nella categoria Open femminile Michiru Koterazawa si è aggiudicata un meritatissimo terzo posto, cedendo solo alla svizzera Bellivier, in seguito vincitrice del torneo.

A riprova dell’altissimo livello della competizione, Andrea Giagheddu è stato l’unico degli atleti Shubukan a superare le pool nella categoria Yudansha. Ha proseguito alle fasi eliminatorie, fermandosi poi ai quarti di finale contro il fortissimo giapponese Izumi, poi vincitore del torneo. La sua fantastica prestazione gli è però valsa il premio “Fighting Spirit”.

La giornata di domenica, dedicata alla competizione in team da 3 elementi ha visto invece lo Shubukan presentare 3 squadre: la prima composta da Giagheddu, Pelle e Koterazawa; la seconda da Motta, Rapillo e Argano; e la terza da Raffaele Calogero, Davide Toso e Thierry Mayaud (un “ronin” francese nostro ospite).

Solamente la squadra più esperta capitanata da Andrea Giagheddu è riuscita a farsi strada fuori dalle pool, ma tutti i competitori hanno dato prova di grande spirito durante i loro incontri.

Al di là dei risultati ottenuti, l’Hagakure cup ci ha dato la possibilità non solo di farci conoscere di più come associazione, ma anche di assistere a del Kendo di alto livello. Terminata la competizione, non ci rimane altro che ringraziare gli atleti, gli arbitri e i giudici di gara. Inizia la preparazione per la seconda edizione!

A questo link potrete trovare tutte le foto realizzate dal nostro Maurilio Sarboraria, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale youtube per poter rivedere gli incontri!

 

Lascia un commento